Object Pascal
   

Introduzione                   

Quanti di voi hanno studiato programmazione iniziando col linguaggio Pascal? Io, certamente si. Semplice, lineare, alla portata di tutti ma non privo di una sua eleganza e ricco di concetti. Forse non nella sua incarnazione originale ma sicuramente quelle successive si sono arricchite di nuove idee rendendo attuale e moderno questo linguaggio. Ad oggi esistono parecchie diramazioni, dialetti, del Pascal originale, ed una di queste è l'Object Pascal. Si tratta di un linguaggio moderno, efficiente che non ha perso l'espressività, la leggibilità e la semplicità dei predecessori, non ha insomma del tutto abbandonato le sue origini. Non starò a far tutto il percorso della storia del Pascal, la troverete in parecchi siti, al limite c'è l'eterna Wikipedia. Ad oggi, la società che lo promuove con pià impegno e successo è Embarcadero che propone la sua ottima suite Delphi che usa Object Pascal come linguaggio. Arriviamo subito al punto presentando le caratteristiche del linguaggio oggetto del nostro corso:
  1. E' un linguaggio general purpose.
  2. Supporta vari paradigmi: imperativo, funzionale, ovviamente a oggetti (lo dice il nome), ma anche funzionale ed event driven.
  3. Ha una tipizzazione statica ma è anche possibile utilizzare quella dinamica attraverso un opportuno meccanismo.
E' poco? Si e no. Certo si potrebbero dire altre cose ma queste sono le basi. Imparare l'Object Pascal (o il Pascal) prescinde da tante parole, programmeremo poco per volta e sono certo che questo strumento risulterà molto interessante specialmente se siete neofiti della programmazione.

Problemi? Si, ce ne sono, come sempre. Non è un linguaggio "alla moda" e quindi ha un ecosistema piccolo (ma non troppo) e con una documentazione che, personalmente, ho trovato un po' frammentaria. Ci sono dei libri, ma pochi aggiornati. Sostanzialmente mi risulta che solo Marco Cantù produca materiale in gran quantità su questo linguaggio (e in particolare sulla sua incarnazione presente nel potente già citato strumento di sviluppo che risponde al nome di Delphi). Le prestazioni non sono paragonabili al C/C++ e nemmeno ad altri linguaggi.

Tuttavia vale la pena provarlo. In queste pagine mi riferirò per quanto possibile, diciamo come linee guida, all'implemetazione di Pascal offerta da Delphi ma sarò così generale che ritengo che il materiale sia adatto anche per chi usa Free Pascal e la relativa suite Lazarus che vi invito a scaricare per avere a disposizione un ottimo ambiente di sviluppo gratuito.