HTML5 - Web future

Introduzione               

Se andata su un qualunque motore di ricerca e ricercate HTML5 troverete una marea di links. Questo perchè il Web passa ormai per quanto riguarda le sue linee di sviluppo attraverso questo sempolice acronimo, semplice ma ricchissimo di novità e dotato di una forza, di un consenso e di un supporto tali da rendere incerto il futuro di tecnologie consolidate come Flash o SilverLight. Quest'ultima è creatura di Microsoft per cui ci si aspetterebbe una forte spinta da parte della casa di Redmond che tanto ha investito su di essa. Eppure sembra proprio che anche i padroni di Windows si siano convertiti ad HTML5, di fatto riducendo all'osso il supporto per SilverLight e soprattutto cancellandonegli sviluppi futuri, almeno in base alle roadmap attuali.
HTML5 comprende un gran numero di novità, non solo relativamente ai marcatori introdotti ma anche relativamente alla impostazione generale che è possibile dare ad una pagina Web, ma che espone un buon numero di nuove API per favorire l'interfacciamento con Javascript favorendo ogni aspetto della programmazione. E' possibile creare applicazioni complesse persino giochi attraverso i nuovi strumenti forniti. Potremo costruire interfaccie verso l'utente praticamente identiche a quelle realizzate per i desktop. A questo proposito ad esempio è da segnalare il grande ed ampio ruolo attribuito proprio da Microsoft ad HTML5 all'interno del proprio sistema operativo Windows 8. E comunque questo nuovo approccio al Web è accettato, in linea di principio, da tutti i principali attori in gioco. Più di così....
Sicuramente il discorso relativo all'interfacciamento con l'utente è primario in HTML5 che presenta molte novità in questo senso. Parleremo quindi a lungo dell'elemento chiamato canvas, una delle principali novità introdotte con questa nuova versione dello standard e potentissimo strumento per la grafica. Ma anche sarà interessante capire la nuova gestione dei forms e di vedere quali sono i tags oggi esistenti ed usati comunemente che invece sono deprecati in questo nuovo approccio (ad esempio il famoso <frame>). Altrettanto ci occuperemo di CSS3, naturale compagno di merende. Sicuramente avrete sentito parlare dei nuovi tag audio e video che promettono un salto di qualità nel campo della gestione di contenuti multimediali eliminando o riducendo fortemente la dipendenza da plugin esterni (potenti quanto fastidiosi, si tratti di Flash che di SilverLight). Il tutto è davvero molto interessante.
Altro aspetto molto progredito è quello del funzionamento delle applicazioni off-line. Certo il web è un mondo che funziona bene on-line ma se qualcosa andasse storto nella vostra connessione ecco che HTML5 ha messo punto un po' di tecnologia per aiutarvi. Un nome che è in buona parte collegato a questo aspetto è IndexedDB. Ne parleremo.
Altre cose che HTML5 vi permette di fare nativamente mentre in passato dipendevano in buona part da librerie esterne (o da mostruosi pastrocchi in Javascript) sono i seguenti:
  • maipolazione della storia della pagina
  • manipolazione dello stato
  • drag & drop
  • editing inline
  • gestione del "tocco" della pagina
  • gestione degli "undo"
Di solito a questo punto si dice "e molto altro".... ed è proprio così.
In questo paragrafo introduttivo, che serve solo per rompere il ghiaccio siamo rimasti molto sulle generali. In realtà le novità hunder the hood sono grandi e di esse cercheremo di parlare di volta in volta. Che dire ad esempio della geolocalizzazione o del nuovo sistema di storage che prende il posto dei cookies? Tante e tante cose, veramente....

Si tratta evidentemente della prosecuzione nel cammino evolutivo del Web e della presentazione dei contenuti verso gli utenti. Dopo il tramonto delle tabelle probabilmente vedremo meno frames e <div> che spopolavano e spopolano tuttora come strumento di formattazione. Ad esempio grazie ai nuovi tag section e article che sono stati aggiunti rispetto alla vecchia versionedi HTML (per chi non lo ricordasse era la 4.01).
Insomma, anche da questa brevissima introduzione si vede che tante cose nuove sono state introdotte.

Tutto il mondo Web si sta muovendo verso HTML5, come abbiamo accennato, un ampio consenso è ormai consolidato per cui non resta che confrontarsi con esso, piaccia o no e tutto sommato non vedo perchè non debba piacere. Il vero punto, a parer mio, è che non si deve considerare HTML5 solo come un progresso nell'uso dei tag. E' molto più consono cercare di vederlo come un qualche cosa di più ampio che rende al massimo se interpretato in maniera sinergica con CSS3 e Javascript. Quindi una tecnologia che giocoforza ne trascina altre con se. A mio avviso è il giusto approccio per poter sufruire di tutta la potenza di HTML5 anche se si tratta di un percorso di apprendimento certamente più lungo e un po' più complesso.

Piccola chiusura con qualche punto negativo: esiste, esiste. E, come qualcuno si aspetterà, riguarda principalmente l'implementazione da parte dei vari browser. Da quel punto di vista temo che non saremo mai a posto..... questo è grave. E non dimenticate che se utilizzate o i vostri utenti dovranno utilizzare browser non aggiornatissimi le incompatibilità potrebbero rendere del tutto inutilizzabili le vostre moderne pagine nonostante alcuni trucchi a disposizione. Occhio :-)

Ah, non perdetevi il logo del nuovo standard:



 a voi piace? A me sinceramente......